Offshore
Opere di fondazione e analisi connesse all’installazione di piattaforme petrolifere e strutture marittime. Porti, pontili e opere near-shore.

Skip to main content

Home / Offshore

Offshore: progetti principali

Offshore

Opere di fondazione e analisi connesse all’installazione di piattaforme petrolifere e strutture marittime. Porti, pontili e opere near-shore.

Le problematiche offshore hanno costituito uno dei punti di forza iniziali e sono state oggetto di continuo aggiornamento tecnico, fin dalla fondazione della Società. Le attività normalmente svolte sono:

  • progettazione ed assistenza nel corso di indagini geofisiche e geotecniche a mare per medi (100m) e alti (fino a oltre 1500m) fondali, con approntamento delle specifiche, verifica delle capacità degli operatori specializzati ed eventuale supervisione in loco;
  • interpretazione dei risultati finalizzata alla definizione del profilo di progetto e di tutti i parametri necessari per gli studi successivi. Si segnalano in particolare le analisi richieste nel progetto delle condotte sottomarine ai fini della modellazione del terreno per lo studio dell’equilibrio sul fondale e del relativo interramento;
  • progetto geotecnico delle piattaforme offshore. Per i pali esso include sia i criteri di dimensionamento nei riguardi dei carichi verticali e orizzontali, sia tutte le analisi di installazione e battitura. Spesso lo studio è completato dalla “back analysis” dei risultati di battitura, per il controllo dell’effettivo raggiungimento delle portate attese. Si affrontano anche, sistematicamente, le problematiche dell’equilibrio della struttura direttamente appoggiata sul fondale prima della posa in opera dei pali;
  • progetto geotecnico e/o strutturale degli apparati di tiro per il collegamento a terra delle condotte sottomarine e degli ancoraggi di corpi galleggianti;
  • progetto delle opere near-shore, tipo: banchine, pontili, moli e dighe foranee, dragaggi, vasche di colmata, ecc.. Scelta delle tipologie costruttive più adatte per le strutture (pali in acciaio, pali in calcestruzzo trivellati o battuti, cassoni, ecc.), con elaborazione dei relativi criteri di dimensionamento e/o procedendo alle verifiche di progetto sotto i carichi attesi.

Per i rilevati a mare si eseguono le verifiche di stabilità e si calcolano i cedimenti attesi.

In tutti i casi le scelte operate sono completate dalle raccomandazioni esecutive e da quelle per i controlli in corso d’opera e per l’eventuale strumentazione di monitoraggio.

Negli ultimi anni si è spesso operato quali “validatori” di progettazioni eseguite da terzi, con dettagliate analisi critiche degli elaborati e accompagnamento ai Progettisti fino al soddisfacimento di tutti i requisiti di normativa.

logo soil

Costa Concordia Parbuckling

Nel quadro dei lavori per la rimozione controllata del relitto della Costa Concordia, SOIL Srl si è occupata di tutti gli aspetti geologici e geotecnici connessi alla progettazione e all’assistenza in costruzione delle strutture di fondazione.
Il progetto di rimozione della Costa Concordia ha previsto dapprima il riposizionamento in asse verticale del relitto (fase di parbuckling) e successivamente il ripristino del galleggiamento mediante l’installazione di cassoni metallici sui fianchi della nave.

Per la fase di parbuckling, il progetto ha previsto, lato terra, la messa in opera di strutture di ancoraggio subacquee e, lato mare, la costruzione di tre piattaforme metalliche per il sostegno provvisorio in posizione verticale del relitto, in fondali rispettivamente di -5÷-10m e -40÷-50m s.l.m. (trivellazione di pali metallici D=2m).
Le attività svolte da SOIL Srl hanno riguardato:

 

Gruppo di lavoro

Responsabili di progetto:
Ing. Luigi Albert: direzione generale, progettazione geotecnica delle strutture di fondazione;
Geol. Fabio Staffini: coordinamento del gruppo di progettazione, progettazione geologica e modellazione geomeccanica.

Gruppo di progettazione:
Ing. Angelo Lambrughi: assistenza tecnica alle attività d’indagine geotecnica, modellazione geomeccanica dei blocchi di ancoraggio lato terra e assistenza tecnica in fase di costruzione e collaudo delle strutture di fondazione;
Ing. Pietro Coppola: modellazione geomeccanica dei pali di fondazione delle piattaforme metalliche lato mare;
Ing. Davide Spinelli: progettazione geotecnica delle strutture di fondazione;
Geol. Marta Senaldi: rilevamento geologico strutturale, progettazione geologica e geomeccanica.
Ing. Alessandro Bonasio: modellazione morfo-batimetrica, elaborazioni grafiche.

Consulenti:
Prof. Ing. Giancarlo Gioda: modellazione geomeccanica degli ammassi rocciosi fratturati attorno ai pali;
Prof. Geol. Giorgio Pasquaré: rilevamento geologico generale delle aree a terra;
Geol. Teodoro Aldo Battaglia: rilevamento geologico e assistenza per il posizionamento dei blocchi di ancoraggio;
Geol. Andrea Rossotti: assistenza subacquea per il posizionamento dei blocchi di ancoraggio.