Geotechnics
Gestione indagini. Caratterizzazione geotecnica e geomeccanica. Fondazioni edifici, impianti, viadotti e opere d’arte. Progetto di fondazioni speciali e miglioramento dei terreni.

Skip to main content

Home / Geotechnics

Geotechnics: progetti principali

  • Ponte sullo stretto di Messina

    Verifica del progetto definitivo delle fondazioni del ponte (torri e blocchi di ancoraggio) e dei collegamenti stradali e ferroviari (fondazioni opere d'arte; imbocchi e gallerie). Il ponte ha una lunghezza di circa 3.300m ed è sostenuto da due torri dell'altezza di circa 360m; il loro appoggio nel terreno è costituito da un complesso sistema di diaframmi (il cui compito è anche quello di permettere il raggiungimento della quota di imposta della struttura) e trattamenti di jettiniezione. Attorno alla fondazione vera e propria è prevista la formazione di una estesa e profonda fascia di terreno consolidato con colonne jet-grouting che hanno la funzione di stabilizzazione del paraggio in presenza di sisma e di contenimento delle deformazioni orizzontali. I blocchi sono profondamente infissi all'interno del terreno tramite "scatole" difese da paratie piuttosto profonde. Le opere di collegamento stradali e ferroviarie sono costituite da numerose opere d'arte con diversi viadotti e con uno sviluppo totale di circa 50km di gallerie di grande diametro.

  • Autostrada Pedemontana Lombarda
  • Terminale di rigassificazione LNG di Gioia Tauro
  • Chioggia - Salvataggio di Venezia dalle acque alte

Geotechnics

Gestione indagini. Caratterizzazione geotecnica e geomeccanica. Fondazioni edifici, impianti, viadotti e opere d’arte. Progetto di fondazioni speciali e miglioramento dei terreni.

Le prestazioni fornite nel settore della Geotecnica ricadono nei seguenti campi:

  • progettazione, supervisione tecnica ed esecuzione (tramite imprese terze) di indagini geotecniche;
  • elaborazione di relazioni geotecniche, per la definizione del profilo di progetto e la caratterizzazione geotecnica (determinazione parametri di calcolo);
  • relazioni di calcolo. In accordo con il Progettista strutturale, vengono scelte le tipologie di fondazione ottimali per il caso in studio proponendo diverse alternative ed evidenziandone le caratteristiche principali. Verifiche relative a capacità portante e deformazioni (sia immediate che differite). Nell’ipotesi di ricorso ai pali, se ne sceglie la tipologia costruttiva (trivellati, battuti, a elica, micropali, ecc.), fornendo i criteri di dimensionamento nei riguardi dei carichi verticali e orizzontali, le metodologie di calcolo e le necessarie raccomandazioni esecutive. In presenza di fondazioni dirette si dedica specifica attenzione ai criteri di individuazione delle quote di imposta, alle modalità esecutive degli eventuali bonifici e rinterri e alla preparazione dei piani di posa (granulometrie e compattazione da richiedere prima del getto, inclusi i controlli), nonché alle procedure da adottare per i terreni di rinfianco;
  • relazioni specialistiche nell’ambito di problematiche di fondazione più complesse, per le quali si riconosce la necessità di trattamenti di miglioramento del terreno, tipo: vibroflottazione, colonne jet-grouting, pali quali riduttori dei cedimenti, ecc. È pressoché sistematico il ricorso a modelli di calcolo sofisticati, ove l’interazione tra terreno naturale, trattamento e sovrastruttura viene rappresentato agli elementi finiti lungo sezioni piane o con schemi tridimensionali, al fine di determinare le azioni attese per i singoli elementi e le deformazioni d’insieme. Si procede poi ai dimensionamenti e verifiche dei singoli elementi di rinforzo, con emissione delle relative raccomandazioni esecutive;
  • supervisione in corso d’opera ai lavori speciali;
  • validazione degli aspetti geotecnici delle progettazioni eseguite da altre Società. Particolarmente frequenti sono stati negli ultimi anni gli interventi di analisi critica di strade e autostrade, ove ci si è dovuti confrontare con le soluzioni di fondazione di numerosi viadotti e cavalcavia, le condizioni di stabilità dei rilevati, i cedimenti attesi, ecc.
logo soil

Costa Concordia Parbuckling

Nel quadro dei lavori per la rimozione controllata del relitto della Costa Concordia, SOIL Srl si è occupata di tutti gli aspetti geologici e geotecnici connessi alla progettazione e all’assistenza in costruzione delle strutture di fondazione.
Il progetto di rimozione della Costa Concordia ha previsto dapprima il riposizionamento in asse verticale del relitto (fase di parbuckling) e successivamente il ripristino del galleggiamento mediante l’installazione di cassoni metallici sui fianchi della nave.

Per la fase di parbuckling, il progetto ha previsto, lato terra, la messa in opera di strutture di ancoraggio subacquee e, lato mare, la costruzione di tre piattaforme metalliche per il sostegno provvisorio in posizione verticale del relitto, in fondali rispettivamente di -5÷-10m e -40÷-50m s.l.m. (trivellazione di pali metallici D=2m).
Le attività svolte da SOIL Srl hanno riguardato:

 

Gruppo di lavoro

Responsabili di progetto:
Ing. Luigi Albert: direzione generale, progettazione geotecnica delle strutture di fondazione;
Geol. Fabio Staffini: coordinamento del gruppo di progettazione, progettazione geologica e modellazione geomeccanica.

Gruppo di progettazione:
Ing. Angelo Lambrughi: assistenza tecnica alle attività d’indagine geotecnica, modellazione geomeccanica dei blocchi di ancoraggio lato terra e assistenza tecnica in fase di costruzione e collaudo delle strutture di fondazione;
Ing. Pietro Coppola: modellazione geomeccanica dei pali di fondazione delle piattaforme metalliche lato mare;
Ing. Davide Spinelli: progettazione geotecnica delle strutture di fondazione;
Geol. Marta Senaldi: rilevamento geologico strutturale, progettazione geologica e geomeccanica.
Ing. Alessandro Bonasio: modellazione morfo-batimetrica, elaborazioni grafiche.

Consulenti:
Prof. Ing. Giancarlo Gioda: modellazione geomeccanica degli ammassi rocciosi fratturati attorno ai pali;
Prof. Geol. Giorgio Pasquaré: rilevamento geologico generale delle aree a terra;
Geol. Teodoro Aldo Battaglia: rilevamento geologico e assistenza per il posizionamento dei blocchi di ancoraggio;
Geol. Andrea Rossotti: assistenza subacquea per il posizionamento dei blocchi di ancoraggio.